Archivi della categoria: News

Azione Cattolica: Il grido della Terra & il grido dei poveri”. Laudato Si e Fratelli Tutti a confronto

Su questi temi il settore Adulti dell’Azione Cattolica diocesana desidera riflettere venerdì 23 luglio, alle ore 19:30 presso il Cortile del Seminario diocesano di Teano , nell’assoluto rispetto delle misure anti-contagio.

La riflessione nasce dalle urgenze che abitano il tempo presente, un tempo che ci impone scelte capaci di cambiare la rotta oggi se si desidera salvaguardare la vita della Terra e il futuro delle nuove generazioni.

Sollecitati dal Magistero di Francesco desideriamo invitare a tal momento di riflessione e confronto tutti coloro che vorranno approfondire le loro conoscenze in merito alle lettere encicliche del Santo Padre.

A guidare la riflessione sarà il nostro Vescovo, S. Ecc. Mons. Giacomo Cirulli, e diversi amici laici impegnati.

Vi aspettiamo!


Uscito il terzo bollettino di salute di Papa Francesco: “le sue condizioni sono buone”

Uscito il terzo bollettino medico sull’operazione chirurgica subita da Papa Francesco. Trascorsa la seconda notte al Policlinico Gemelli di Roma, il bollettino medico annuncia “il decoro post – operatorio è regolare. Gli esami di controllo di routine sono buoni”. Questa mattina il Papa ha fatto regolarmente colazione e si è dedicato alla lettura dei quotidiani, per poi alzarsi per per camminare. Molti sono gli auguri che in questi giorni sono pervenuti al Santo Padre per una pronta guarigione, quali quelli del Presidente della Cei e del Capo dello Stato e del Presidente del Consiglio. “L’affettuoso pensiero degli italiani tutti – si legge nel telegramma del Presidente Mattarella – di cui mi faccio interprete unendovi il mio personale, accompagna in queste ore Vostra Santità, unitamente ai più cordiali auguri di buona convalescenza e ancor migliore e pronta guarigione”. Tra gli auguri più graditi figurano sicuramente quelli arrivati da Benedetto XVI, tramite il suo segretario particolare, Mons. Georg Ganswein.


Campagna vaccinazioni anti-Covid: dall’ASL l’appello ai Vescovi

Il Direttore Generale dell’ASL Caserta, dott. Ferdinando Russo, ha scritto ai Vescovi delle Diocesi che ricadono nel territorio di competenza di questa Azienda sanitaria con la richiesta di sostenere la campagna vaccinale a fronte di un sensibile calo delle adesioni.

L’Asl Caserta che ha avviato una nuova campagna di sensibilizzazione per sottolineare l’urgenza di vaccinarsi, anche a causa delle varianti di Covid19, fa appello alla collaborazione della Chiesa e nella lettera indirizzata al vescovo S. E. Mons. Giacomo Cirulli, esprimendo la preoccupazione per una nuova possibile fase pandemia, consegna un messaggio affinché sia letto in tutte le chiese e venga anche motivato da parole che rivelino l’urgenza di tutelare la salute e la vita delle persone: “La battaglia non è affatto finita, – si legge nella nota – il virus è sempre in circolazione, solo grazie ai vaccini possiamo vincere ma purtroppo ancora molte persone non sono vaccinate e questo in ogni fascia di età. La mancata vaccinazione mette in pericolo la vita propria e quella degli altri, specialmente le nuove varianti in arrivo. Se vogliamo evitare il rischio di tornare indietro ai brutti momenti che vogliamo lasciarci alle spalle, occorre continuare a seguire le regole anticontagio e soprattutto vaccinarsi quanto prima”.


“Un sogno per tutti. Insieme è più bello”. Uno sguardo al sussidio per il GREST

“Un sogno per tutti. Insieme è più bello”. Questo è il titolo che è stato scelto per il nuovo sussidio per la formazione e l’animazione del Grest per le Diocesi di Teano-Calvi ed Alife-Caiazzo dagli Uffici di Pastorale Giovanile, progetto presentato nella serata di giovedì presso la Chiesa di SS Cosma e Damiano in località Scalo del Comune di Vairano Patenora. L’incontro, presieduto dal nostro vescovo S.E. Mons. Giacomo Cirulli, ha visto la partecipazione di molti giovani e sacerdoti provenienti dalle parrocchie delle due Diocesi. Per quest’anno, il secondo vissuto in piena pandemia, è stato scelto il tema dell’enciclica di Papa Francesco “Fratelli tutti”, avendo come personaggio biblico di riferimento Giuseppe, figlio di Giacobbe. La fraternità nella differenza, la fraternità ferita e poi ritrovata di Giuseppe faranno da guida al momento di riflessione e gioco previsto per i bambini e i ragazzi di Teano-Calvi e Alife-Caiazzo.

Un cammino da percorrere insieme per la prima volta tra le due Diocesi, con un appuntamento estivo per i più giovani in comunione per un unico progetto. “La situazione, speriamo di fine pandemia – si legge nella presentazione del Vescovo – richiede da tutti la messa in campo, per l’annuncio del Vangelo. Di tutte le nostre migliori e creative energie, in questo mondo che lo si voglia o no è in via di profondo cambiamento”. “Non sono cambiamenti d’epoca, ma è un’epoca che cambia”, così più volte ci ha ammonito Papa Francesco.

Il libretto ”Un sogno per tutti. Insieme è più bello” si compone di quattro capitoli. Nel primo troviamo il tema e la struttura, con la presentazione del progetto. Finalità e destinatari (struttura del sussidio, architettura del Grest, format ed ambientazione), mentre nel secondo capitolo si potrà leggere la formazione per educatori con tutti i quattro incontri. Nel capitolo terzo si troverà il materiale e percorsi per l’educatore, seguendo con il quarto capitolo, che parla degli obiettivi e degli strumenti dell’animazione, e con il quinto che porta il titolo “vietato annoiarsi”.

Al progetto hanno collaborato i servizi diocesani per la Pastorale Giovanile delle diocesi Teano-Calvi ed Alife-Caiazzo, l’Azione Cattolica della Diocesi Teano-Calvi, il Gruppo Scout Teano 1 e Gruppo Scout Teano 3.


Grest 2021. Parte il conto alla rovescia per un’estate all’insegna della fraternità

Conto alla rovescia per i grest parrocchiali delle Diocesi di Teano-Calvi e di Alife-Caiazzo. Ancora pochi giorni e negli oratori risuoneranno le voci dei più giovani, ragazzi e animatori, da mesi in attesa di poter tornare insieme e recuperare quel prezioso tempo di crescita che il Covid19, ha ripetutamente interrotto nell’ultimo anno. Resta l’obbligo e il dovere di rispettare le misure anticontagio che sacerdoti e responsabili delle strutture garantiranno con attenzione e scrupolosità.

 

Un Sogno per tutti. Insieme è più bello” è il titolo del Grest ispirato all’enciclica di Papa Francesco, Fratelli tutti, pensato e scritto dalle Equipe di Pastorale giovanile delle due Diocesi; lavoro a più mani grazie alla collaborazione di alcune Associazioni e Movimenti diocesani e di figure religiose: carismi che si sono incontrati e moltiplicati per generare un’occasione di crescita nella fede e di socialità.

 

Giovedì 1 luglio alle 20.00 presso la Parrocchia dei Santi Cosma e Damiano in Vairano Scalo, il Vescovo S.E. Mons. Giacomo Cirulli e i sacerdoti responsabili della Pastorale giovanile, don Raffaele Farina e don Paolo Vitale, presenteranno ai sacerdoti, agli educatori e animatori parrocchiali il progetto delle attività estive, costruite su un unico tema per le due Comunità diocesane, e i contenuti biblici e pastorali della proposta.

 

Figura di riferimento che accompagnerà i ragazzi a scoprire che insieme è più bello, sarà il giovane Giuseppe, figlio di Giacobbe, re dei sogni. Le attività e le esperienze proposte, le riflessioni e le preghiere sono state pensate perché il documento del Papa e la storia di Giuseppe si incontrino sul tema dell’”amicizia sociale” come via per “sognare e pensare ad un’altra umanità”, – si legge nel sussidio – seguendo la logica della solidarietà e della sussidiarietà per superare l’”inequità” planetaria già denunciata nella Laudato si’”.

 

Un progetto, quello dell’unico Grest diocesano, che il vescovo S.E. Mons. Cirulli ha visto come possibilità concreta per uniformare i linguaggi, le riflessioni, la proposta di fede rivolti ai più piccoli in un’ottica di comunione (di concreta esperienza sinodale) prima partendo dai lavori congiunti delle due Equipe che nelle settimane precedenti hanno dedicato tempo, risorse e creatività per la realizzazione del sussidio-guida; poi passando per l’esperienza di condivisione e di formazione che il grest porterà agli educatori delle parrocchie; e in ultimo toccando la vita dei ragazzi e delle loro famiglie.

 

Ma l’invito del Pastore è anche quello di saggia lettura delle trasformazioni in atto: l’unione in persona episcopi delle due Diocesi e i cambiamenti epocali accelerati dall’esperienza della pandemia chiedono lo sforzo comune di mettere in campo per l’annuncio del Vangelo – come S.E. Mons. Cirulli scrive nella presentazione del sussidio – “tutte le nostre migliori e creative energie in questo mondo che lo si voglia o no è in via di profondo cambiamento”.

 

Unicità della persona; l’altro come dono e risorsa; la scelta della pace nelle relazioni; la capacità di cogliere una opportunità anche di fronte agli ostacoli; la solidarietà; il desiderio di bene; la capacità di perdonare; i legami: sono questi i temi portanti del Grest, tradotti per i ragazzi attraverso il linguaggio della Sacra Scrittura, il valore la meditazione, la bellezza del gioco di squadra; l’impegno della riflessione introspettiva condivisa con gli amici.

 

Giovedì sera, a Vairano Scalo, oltre a presentare il tema e la struttura del Grest – pensato per una settimana di attività ma facilmente adattabile a meno o più giorni – i presenti riceveranno tutti i materiali necessari all’animazione (zaino, maglietta, sussidio, locandina, manifesto, inno), mentre le Equipe saranno a disposizione per ogni chiarimento e suggerimento.


Obolo di San Pietro, aiutiamo il Papa ad aiutare. Domenica e martedì in tutte le chiese

Nell’anno della pandemia tanti interventi per rispondere a bisogni ed emergenze, con un’attenzione alle popolazioni che vivono nelle condizioni più disagiate. Ma la colletta annuale per la carità del Vescovo di Roma serve anche per sostenere il suo servizio alle Chiese di tutto il mondo: servizio di unità, di pace, di annuncio del Vangelo.

Aiutiamo il Papa ad aiutare. Nei prossimi giorni, in particolare tra domenica 27 e martedì 29 giugno, festa dei Santi Pietro e Paolo, nelle chiese di tutto il mondo si raccolgono le offerte dell’Obolo di San Pietro, la tradizionale colletta per sostenere la carità del Vescovo di Roma verso chi ha più bisogno e il suo servizio alle Chiese del mondo attraverso la Curia romana. Sarà possibile donare anche direttamente, durante tutto l’anno, attraverso il sito dell’Obolo.

Quello dell’obolo di San Pietro, o Carità del Papa, “è un gesto antico, iniziato con la prima comunità degli apostoli – si legge sul sito dedicato – e che continua a ripetersi  perché la carità è il distintivo dei discepoli di Gesù: «Da questo conosceranno tutti che siete miei discepoli, se avrete amore gli uni verso gli altri» (Gv 13, 35)» (…) L’Obolo di San Pietro, nello stesso significato delle parole, rappresenta un’offerta di piccola entità, ma con un respiro ed uno sguardo grande. È ciò che ciascun fedele sente di donare al Papa perché possa provvedere alle necessità della Chiesa intera e là dove è più in difficoltà”.

Il cardinale Paolo Lojudice aiuta a scaricare il materiale (farmaci) donato dal Papa ai poveri di Napoli durante la pandemia di Covid19

“Non si tratta solo di denaro che arriva a Roma e che il Vaticano distribuisce in diverse parti del mondo per opere di carità”, spiega il gesuita Juan Antonio Guerrero Alves, Prefetto della Segreteria per l’Economia del Vaticano. “Questa è una parte dello scopo dell’Obolo. Ci sono cioè donazioni per l’Obolo che arrivano e sono immediatamente distribuite nei luoghi in cui c’è bisogno. Per fare un esempio di ciò che so per conoscenza diretta: nel 2021, da quando è sotto la supervisione e il controllo della Segreteria per l’Economia, fino ad oggi l’Obolo ha ricevuto 21 milioni di euro in donazioni (qualcosa potrebbe ancora esserci dell’anno scorso che è arrivato in ritardo). Di questi, 8 milioni di euro sono stati distribuiti per l’evangelizzazione o per progetti sociali a sostegno delle Chiese bisognose, principalmente in Paesi dell’Africa, dell’Asia e dell’America Latina. Lo sviluppo della prima metà dell’anno, quando vengono fatte più donazioni dirette, dovrebbe essere simile agli anni precedenti (fonte Vatican News).

 Il valore dell’informazione cattolica › Una bella tradizione che accompagna la Chiesa da sempre ma che soltanto dal Concilio Vaticano II si è accompagnata con maggiori sginificati e campagne informative. Negli ultimi anni, significativo il ruolo svolto dalla Stampa cattolica che nel 2005, su iniziativa della Segreteria di Stato vaticana, assumeva l’impegno di parlare, narrare, promuovere il valore dell’Obolo di San Pietro mettendo liberamente a disposizione spazi e colonne…

 I progetti › Sul sito dell’Obolo di San Pietro è possibile risalire ai progetti realizzati con la Carità del Papa. Quest’anno il sito ospita uno spazio interamente dedicato all’Emergenza Covid19 e ai progetti realizzati per sostenere particolari emergenze.

Clicca qui.


Da Mons. Galantino lo “stop” alla disinformazione sul pagamento delle imposte immobiliari da parte della Chiesa

Il vescovo Mons. Nunzio Galantino, presidente dell’Amministrazione del patrimonio della Sede Apostolica (APSA), è intervenuto al Tg2 facendo chiarezza sulla polemica dilagata nei giorni scorsi, tramite stampa e web, circa il mancato pagamento di Ici e Imu da parte della Chiesa allo Stato italiano.
Il suo intervento si inserisce nel più acceso dibattito sul DDL Zan, su cui lo stesso Mons. Galantino si esprime nei primi secondi dell’intervista, e come più volte espresso dalla Conferenza Episcopale Italiana e dalla Diplomazia vaticana, commenta circa la possibilità di un dialogo diverso sul Decreto Legge affinchè si eviti il rischio eliminare discriminazioni generandone altre (leggi l’approfondimento) .
Al giornalista del Tg2, Enzo Romeo, Mons. Galantino mostra il recente versamento all’Agenzia delle Entrate di oltre 3 milioni di euro e anticipa la notizia della pubblicazione del bilancio dell’APSA perché a tutti possa essere chiara la gestione patrimoniale della Chiesa (guarda l’intervista).